ePrivacy and GPDR Cookie Consent by TermsFeed Generator

Impegnati per una vita più sana

Cerca
Close this search box.

Cure palliative: cosa sono?

Contenuti

Le cure palliative rappresentano un approccio fondamentale per migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da malattie gravi e progressive. Queste cure non sono limitate solo alla fase terminale, ma possono essere impiegate in tutte le fasi della malattia, offrendo sollievo sia dai sintomi fisici che da quelli psicologici. In questo articolo, esploreremo in dettaglio le cure palliative e cosa sono, i servizi offerti e l’importanza di questa forma di assistenza sanitaria.

Cosa sono le cure palliative?

Le cure palliative sono un approccio terapeutico e assistenziale che mira a migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da malattie incurabili o progressive. Questo tipo di assistenza si concentra sul sollievo dei sintomi fisici, come il dolore, la nausea e la mancanza di respiro, ma tiene anche in considerazione gli aspetti psicologici, sociali e spirituali del paziente.

L’obiettivo principale delle cure palliative è quello di alleviare il disagio e migliorare il benessere generale del paziente e della sua famiglia.

Leggi anche Tumori: l’incidenza in italia

Medicina palliativa: chi ne trae beneficio?

Le cure palliative sono un tipo di assistenza medica dedicata a chi affronta malattie gravi, non reversibili.

L’obiettivo non è curare la malattia, ma migliorare la qualità della vita del paziente e dei suoi cari.

Qualunque persona che affronti una malattia grave e progressiva può beneficiare di questo tipo di assistenza. Le cure palliative sono particolarmente preziose per coloro che convivono con patologie come il cancro in fase avanzata, malattie cardiache, BPCO, insufficienza renale, HIV/AIDS avanzato e condizioni neurodegenerative quali l’ALS, il morbo di Parkinson o l’Alzheimer.

Leggi anche HIV e AIDS: quali sono le differenze, i sintomi e attenzione alla prevenzione

Forniscono un sostegno cruciale non solo per il trattamento del dolore fisico ma anche per affrontare lo stress emotivo e psicologico che può sorgere in seguito a una diagnosi grave. Il disagio psicologico, l’ansia e la depressione sono aspetti che possono essere alleviati grazie all’intervento di specialisti in medicina pallaiativa, che lavorano per garantire la serenità del paziente e per aiutarlo a navigare le complessità emotive del suo percorso.

Un elemento chiave delle cure palliative è il supporto nella pianificazione delle cure. I professionisti in questo campo aiutano i pazienti e le loro famiglie a comprendere le varie opzioni di trattamento disponibili, facilitando decisioni consapevoli che rispecchiano i desideri e le necessità del paziente.

Questo aspetto va di pari passo con l’assistenza in questioni pratiche e sociali, inclusi problemi legali e finanziari, e con il coordinamento delle cure a domicilio o in altre strutture.

Il sostegno spirituale rappresenta un altro pilastro delle cure palliative, offrendo conforto a chi cerca risposte a domande esistenziali o desidera trovare una pace interiore nel confrontarsi con la propria mortalità.

Le cure palliative comprendono anche il supporto per le famiglie e i caregiver, che spesso portano un pesante carico emotivo e pratico. Attraverso la formazione e la condivisione di strategie di coping, i familiari possono essere meglio preparati a gestire la situazione attuale e l’eventuale successivo percorso del lutto e perdita.

Questo tipo di cure non si sostituiscono ad altri trattamenti medici atti a curare la malattia, ma possono procedere in parallelo, fornendo un supporto olistico che abbraccia il paziente nella sua totalità, piuttosto che focalizzarsi unicamente sul suo disturbo.

L’importanza delle cure palliative

Le cure palliative svolgono un ruolo fondamentale nel migliorare la qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie durante le fasi avanzate di una malattia grave. Questo tipo di assistenza offre un approccio olistico che tiene conto dei bisogni fisici, psicologici, sociali e spirituali del paziente, consentendo loro di vivere in modo più confortevole ed emotivamente soddisfacente.

Le cure palliative non solo alleviano i sintomi fisici, ma aiutano anche il paziente a mantenere un senso di controllo e dignità durante il percorso di malattia. Questo approccio globale contribuisce a migliorare la qualità della vita del paziente e ad affrontare la malattia in modo più sereno.

Hospice e cure palliative

L’hospice è una struttura che accoglie e offre assistenza a pazienti che sono nella fase terminale della malattia o quando questa progredisce in modo rapido.

L’obiettivo dell’hospice non è curare la malattia, ma garantire al paziente la miglior qualità di vita possibile nei suoi ultimi giorni o mesi di vita

Questo viene fatto offrendo cure mediche, sostegno psicologico, spirituale e sociale, sia al paziente che ai suoi familiari.

Come funziona l’hospice?

L’hospice può essere offerto in strutture specializzate, in ospedale, in case di riposo o anche a domicilio del paziente, a seconda delle esigenze e delle preferenze individuali. L’assistenza fornita nell’hospice è multidisciplinare: un team di medici, infermieri, assistenti sociali, psicologi, terapisti e volontari lavora insieme per soddisfare le diverse necessità del paziente e della sua famiglia.

Questo team si impegna per garantire il massimo benessere del paziente in ogni sua dimensione, assicurando che la sua dignità, le sue volontà e le sue necessità siano rispettate fino alla fine.

 

È fondamentale sensibilizzare le persone sull’importanza delle cure palliative e garantire che tutti i pazienti che ne hanno bisogno possano accedervi. Questo tipo di assistenza può fare la differenza nella vita di un paziente e della sua famiglia, offrendo conforto, supporto e dignità durante un momento estremamente difficile.